Bere acqua e rimanere idratati sembra normale, ma le statistiche recenti hanno scoperto che nel Regno Unito il 60% beve solo un bicchiere d’acqua al giorno.

Sei uno dei tanti a privare il corpo del suo elemento più importante?

In questo articolo ci occuperemo di come è possibile riconoscere i segni della disidratazione e i benefici non comuni del rimanere idratati per tutto il giorno, poi ti forniremo le fonti più ottimali di idratazione e quanto si dovrebbe bere per i migliori risultati.

Iniziamo!

I sintomi sorprendenti della disidratazione

Il corpo è costituito dal 60 – 70% di acqua e svolge alcuni ruoli molto importanti come trasporto di sostanze, regolazione della temperatura, digestione e lubrificazione delle articolazioni.

Il problema è che nel momento in cui si comincia a sentire la sete si può già essere disidratati, questo spiega come gli studi recenti hanno rilevato che fino a 2/3 di noi ha periodi di disidratazione in una giornata tipo senza accorgersene.

Diamo un’occhiata ad alcuni dei meno noti sintomi di disidratazione:

Ti senti stanco o affaticato?

Una recente indagine della UK Doctors ha scoperto che la sensazione di stanchezza e fatica è la causa primaria di una consultazione del medico su cinque, e in quasi la metà (49%) dei casi la causa è la disidratazione[1]!

Hai sempre fame anche se hai mangiato da poco?

Lo sapevi che, una lieve disidratazione è spesso mascherata da una sensazione di fame, quando in realtà il corpo ha solo bisogno di liquidi.

Si è scoperto che la confusione [2] può avvenire nell’ipotalamo del cervello che regola l’appetito e la sete, facendoti pensare di essere affamato quando in realtà il corpo desidera idratazione.

Urina poco frequente o scura?

L’urina infrequente o di colore scuro è un segno che i reni stanno lavorando più duramente nel trattenere i liquidi per garantire le funzioni corporee essenziali.

Come regola generale si dovrebbe bere abbastanza acqua per avere l’urina di un colore giallo chiaro, e una persona sana urina in media sette – otto volte al giorno.

Hai dolore alle articolazioni e rigidità?

Molte persone collegano il dolore alle articolazioni e la rigidità all’invecchiamento, ma quello che molti non capiscono è che la mancanza di idratazione ottimale può influenzare la salute delle articolazioni.

In particolare, la disidratazione può influire sulla nostra produzione di glicosaminoglicani (GAG) che sono un gel liquido che fornisce ammortizzazione, lubrificazione e nutrimento della cartilagine nelle articolazioni, e la mancanza di questo può causare dolori articolari.

Hai l’alito cattivo?

Lo sapevi che la saliva ha proprietà antibatteriche, che impediscono la crescita eccessiva di materiale, che può causare l’alito cattivo? Non bere abbastanza acqua distrugge questo importante processo.

La tua pelle è secca, spenta o con rughe pronunciate

Mentre non c’è ancora un chiara correlazione tra pelle luminosa e assunzione di acqua, la pelle è un organo ed è costituito da cellule, quindi richiede acqua come tutti gli altri tipi di cellule per funzionare al meglio.

I benefici non comuni del rimanere idratati per tutta la giornata

Come abbiamo visto nel paragrafo precedente, idratandoti durante la giornata migliori queste aree fondamentali: energia, gestione della fame, organi vitali e funzione renale, cartilagine e lubrificazione delle articolazioni, salute orale e fornisce alle cellule l’acqua di cui hanno bisogno per la funzione ottimale .

Ma bere acqua può anche farti bruciare più calorie!

Gli studi[3] hanno trovato che la quantità di calorie bruciate (noto come dispendio energetico a riposo) aumenta del 24-30% entro 10 minuti dopo aver bevutoe acqua fresca.

Altri studi hanno anche scoperto che bere 1.5L d’acqua in generale può anche contribuire a promuovere una riduzione di peso, indice di massa corporea (BMI), circonferenza della vita e grasso corporeo, con un effetto più forte associato con acqua fresca per effetto della termogenesi.

Poca acqua: quando bere acqua per ottenere risultati ottimali?

Bere acqua dopo il risveglio attiva gli organi interni

Quando ti svegli, il corpo è in uno stato naturale disidratato, quindi idratarlo subito al mattino è un ottimo modo per contrastarlo e attivare gli organi interni.

Bere acqua 30 minuti prima dei pasti può ridurre l’appetito

Gli studi hanno trovato che bere acqua prima dei pasti riduce l’appetito, e ritarda i morsi della fame.

Questo aiuta anche con la digestione, fornendo all’intestino l’acqua di cui ha bisogno per elaborare le sostanze nutrienti ed evacuare le tossine.

Quali bevande contano per l’apporto di acqua?

Per un risultato ottimale si consiglia di bere pura acqua di sorgente, ma altre bevande come infusi, tè, caffè, succhi di frutta, possono in una certa misura contribuire.

Detto questo, modera l’assunzione di bevande che possono avere un effetto diuretico (caffè e alcuni tè), e stai attento allo zucchero di succhi di frutta e bevande sportive con elettroliti che possono compensare i vantaggi originali del loro contenuto d’acqua.

Qual è la quantità d’acqua ottimale da bere quotidianamente?

Si consigliano circa 1.5L al giorno di acqua, ma la quantità che si dovrebbe bere dipende dal sesso, dal livello di attività e dall’ambiente in cui si vive.

Se sei molto attivo e vivi in una zona calda e umida avrai bisogno di più acqua di un individuo che è meno attivo e vive in una zona più fredda.

Una buona regola generale è che si dovrebbero consumare abbastanza liquidi tanto da  avere un’urina chiara e abbondante intorno a cinque o sei volte al giorno. Si dovrebbero anche assumere più liquidi quando ci si allena dato che la sudorazione causerà al corpo la perdita di liquidi.


[1] http://www.naturalhydrationcouncil.org.uk/press/gps-reveal-uk-tired-all-the-time/

[2] According to A Ramsey, a spokesperson for the American Academy of Nutrition and Dietetics

[3] https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19661958
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/14671205
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17519319
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16822824
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18787524